mercoledì 15 agosto 2012

Gelato variegato al mou

Buon Ferragosto a tutti!
Sono rientrata dalle vacanze ormai da un bel po', ma a volte capita di aver bisogno di staccare un attimo e per questo non ho più scritto sul mio caro blogghettino, ma non vi siete dimenticati di me, vero? ;)
Dopo un anno ricco di avvenimenti importanti, legati soprattutto al mondo del cake design, sentivo il bisogno di "disintossicarmi" un pochino, anche perché, diciamocelo, questo boom del cake design è un po' esagerato, dai... Fioccano corsi e docenti più o meno improvvisati un po' ovunque, alcuni validi, altri un po' meno... non me ne vogliate se dico ciò, ma dopo 5 anni di passione e di crescita continua, sempre segnate da un'estrema modestia, a volte rimango sconcertata dalla sicurezza dell'improvvisazione di alcuni... Ma vabè, sono sicura che voi che mi seguite da tempo mi capirete... ;) e per gli altri, fa niente... :P
Ma rinfreschiamoci un po' le idee, che in questi giorni fa veramente caldo! Vi propongo una ricetta che ho fatto a inizio estate di un gelato variegato al mou che mi è piaciuto tantissimo!



Ingredienti
397 gr di latte condensato (una lattina)
700 gr di latte
mezzo cucchiaino di farina di semi di carrube

Preparazione
Conoscete la farina di semi di carrube? Bene, d'ora in poi sarà l'ingrediente miracoloso di tutti i miei gelati! Ne basta poco per rendere il gelato sempre morbido, per evitare che in freezer cristallizzi e diventi durissimo. Veramente una meraviglia! Attenzione a prendere la farina di semi di carrube, che è diversa dalla farina di carrube, usata invece per esaltare il gusto del cioccolato in diverse preparazioni.
Iniziare la preparazione la sera prima. Scaldare il latte, deve arrivare ad 80 gradi affinchè la farina di semi di carrube si sciolga bene e si attivi, aggiungere la farina di semi di carrube e mescolare bene. Quindi aggiungere 250-300 grammi di latte condensato e mescolare bene. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente e poi mettere in frigo in modo che il composto sia bello freddo il giorno dopo.
Coi rimanenti 100 grammi di latte condensato preparare il mou: metterlo in un barattolino di vetro ben chiuso e cuocerlo a bagno maria per circa 3 ore, aggiungendo l'acqua quando necessario. Lasciar raffreddare fino al giorno dopo.
Il giorno dopo preparare il gelato con la vostra gelatiera col composto di latte e latte condensato. Quando il gelato sarà pronto metterlo in un contenitore. Aggiungervi quindi il mou (se vi è venuto troppo solido, potete diluirlo con un goccino di latte) un po' per volta amalgamando bene in modo da variegare il gelato.
Vi assicuro che è delizioso, il mou rimane morbido anche in freezer, abbiamo fatto tutti il bis! 
La base del gelato di latte e latte condensato può essere usato come base per tanti altri gelati, non vedo l'ora di usarla per altri esperimenti!
A presto! <3


20 commenti:

  1. Anche io faccio dei gelati con la base di latte condensato, sono divini.
    Ma dove si trova questa farina di semi di carrube????

    Un bacione, Sara ;-)

    RispondiElimina
  2. Ciao Stefania! La farina di semi di carrube l'ho comprata in una drogheria fornitissima di Genova, ma la puoi trovare anche su eBay. Ti consiglio di prenderne poca perché la scadenza è di pochi mesi e ne servono pochi grammi.
    Bacioni a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto, segno per il prossimo rientro a Roma ;-)

      Elimina
    2. ciao Sara,
      siccome anche io sono di Genova, non e' che mi daresti il nome della drogheria? così vado lì a comprarla!
      grazie mille e complimenti per il tuo blog. sei proprio brava e simpatica

      ciao ciao
      Laura

      Elimina
    3. Ovviamente la drogheria più fornita di Genova: Torielli, in via San Bernardo. Ciao!

      Elimina
    4. grazie Sara! sei stata velocissima! ci faro' un passo sicuramente.. Ciao!!

      Elimina
  3. Io ho imparato ad usarla grazie a Guido Martinetti( GROM ).
    E' veramente eccezionale!
    P.S.....come il tuo blog!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Sara, sei davvero bravissima e il tuo blog è una fonte infinita e di spunti ed insegnamenti per chi ama la pasticceria. Proverò sicuramente la tua tecnica per il gelato e ti volevo ringraziare per la tua strepitosa charlotte all'albicocca che ho fatto ( è sul mio blog) e che ha avuto un successo mega! Grazie ancora

    RispondiElimina
  5. tissi55@hotmail.it19 agosto 2012 22:07

    ....devo assolutamente prendere una gelatiera...

    RispondiElimina
  6. Ciao Sara, come sempre pubblichi delle ricette squisite, la proverò appena trovo la farina di semi di carrube. Il latte condensato si trova in un normalissimo supermercato? non l'ho mai usato. A me piace molto il gelato allo yogurt e al cioccolato fondente, spresti dirmi quanto aggiungerne alla tua ricetta? hai anche consigli da darmi per un buon gelato agli agrumi? grazie in anticipo.....

    RispondiElimina
  7. condivido con te iliaria,bacini Princi

    RispondiElimina
  8. condivido con te lara bacini Princi

    RispondiElimina
  9. condivido con tutti voi,e ancke con Sarah,baci Princi

    RispondiElimina
  10. buooono! anche io ho un blog, che ne dici di passare?mi farebbe molto piacere!

    RispondiElimina
  11. ci vengo volentieri ViviConVivi,nel tuo blog,baci anonimo

    RispondiElimina
  12. sei fantastica Sarah,Anonimo

    RispondiElimina
  13. ..il boom del cake design è veramente esagerato, ormai tutti insegnano e vendono...
    Ma io credo che con il tempo la gente si renderà conto di quali corsi vale la pena seguire e quali no... e pian piano rimarranno sull'onda solo le professioniste come te!
    Quindi non mollare, non demoralizzarti e vai avanti per la tua strada che di brave come te ce ne sono poche!
    ciao
    valentina

    RispondiElimina
  14. ancke tu hai un aspetto fenomenale,anzi grandioso,baci Jesi

    RispondiElimina