sabato 24 gennaio 2009

Meringhe

Care amiche, quando mi avanzano degli albumi faccio quasi sempre le meringhe, anche perchè si conservano a lungo senza problemi (in una scatola di latta, in modo che non prendano umidità).
Di ricette per fare le meringhe in giro ce ne sono davvero tante e anche i miei tentativi sono stati tanti prima di trovare la combinazione perfetta ;)! Questa combinazione deriva dall'aver compreso le caratteristiche fisico-chimiche del composto e le motivazioni più o meno veritiere di alcuni suggerimenti storici per fare le meringhe. Il merito è tutto di Dario Bressanini, che nel suo stupendo blog spiega per filo e per segno come preparare delle meringhe perfette. Io qui riporto solo un "riassunto" delle meringhe scientifiche di Dario, che mi serve anche come promemoria per quando preparo le meringhe... ;)



Ingredienti
100 grammi di albume (circa 4)
200 grammi di zucchero a velo
Un cucchiaino di succo di limone

Ovviamente l'importante è mantenere la proporzione tra albume e zucchero a velo, quindi vi consiglio di pesare gli albumi che avete e di prendere lo zucchero necessario in proporzione.


Suggerimenti
- È meglio usare uova fresche, a temperatura ambiente, in cui non deve rimanere la più piccola traccia di tuorlo. Si possono anche usare albumi precedentemente surgelati e lasciati scongelare a temperatura ambiente.
- Usate un contenitore ben pulito, meglio che non sia in plastica, né in ferro e alluminio, va benissimo l’acciaio o il vetro.
- Gli acidi favoriscono la montatura ed il limone ha il vantaggio estetico di rendere molto bianca la neve montata.
- Non aggiungete sale!!!

Procedimento
Iniziate a sbattere gli albumi lentamente con le fruste elettriche senza aggiungere lo zucchero all'inizio. Infatti prima si aggiunge lo zucchero e minore sarà il volume finale, e maggiore la densità delle meringhe. Continuate a media velocità fino a quando non si è formata un poco di schiuma morbida e poi continuate ad alta velocità. Sapendo che montato a dovere l’albume può raggiungere 8 volte il volume iniziale, è raccomandabile aspettare di aggiungere lo zucchero sino a quando il volume non sia aumentato di 4 volte. A questo punto aggiungete, mentre continuate a sbattere, lo zucchero poco alla volta. Lentamente. Lo zucchero si deve sciogliere completamente. Continuate fino ad incorporare tutto lo zucchero, e poi sino a quando la schiuma non risulti molto soda. Rovesciando il recipiente la schiuma non deve cadere: deve essere “ferma”, e formare delle punte sulla frusta che mantengano la forma anche se rovesciate.


Una volta montata, potete formare delle meringhe usando la sac a poche, ponendole su della carta da forno in una teglia.

La temperatura ottimale per la cottura è 80-85 gradi con forno ventilato e vanno tenute tra le due e le tre ore normalmente, ma dipende dalla temperatura reale che raggiunge il vostro forno. Se dopo tre ore non sono ancora asciutte, aprite il forno e lasciatele riposare. Di solito nel mio forno dopo due ore sono pronte :).

Spero che queste preziose indicazioni di Dario possano esservi utili! ;) Vi consiglio comunque di leggervi l'articolo completo di Dario per comprendere meglio come fare delle meringhe perfette! :D

15 commenti:

  1. Leggo sempre con piacere Dario, a volte capisco poco eh..ihih..però dice cose interessanti e smonta molti luoghi comuni!
    Bellissime le tue meringhe!

    RispondiElimina
  2. Bravissima Saretta!

    sono stupende! oltre che buonissime!

    buon week end!!

    RispondiElimina
  3. sara sono davvero perfette!!!mamma mia che bonta che sono!!mi sa che faccio un salto da dario anch'io:-)baci grandi imma

    RispondiElimina
  4. sono belle le tue meringue .io sono una frana con le meringue non mi vengono , baci!

    RispondiElimina
  5. @Nightfairy: Che bello Martina, sono contenta che anche tu legga Dario, è sempre molto interessante il suo blog!

    @Sara: Grazie carissima!

    @Dolci a gogo: Imma, grazie mille!

    @Mary: prova a farle con questi suggerimenti e vedrai che non te ne pentirai!

    RispondiElimina
  6. Mi piacerebbe molto provare queste meringhe ma dovrei automultarmi per eccesso di calorie.. Un abbraccio cara e spero che vada tutto bene

    RispondiElimina
  7. Ciao Sara, quando ho voglia di cose buone mi faccio un giretto in questo delizioso blog.Hai detto che le meringhe si conservano ma va bene anche in un sacchetto di plastica non avendo la scatola di latta? (naturalmente facendo attenzione a non sbriciolarle!!!!!!!!!)
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. @Grazi@: scusa, leggo solo ora il tuo commento :x.
    Io le conservo sempre in un sacchettino di plastica, e si conservano bene... finchè durano... :p

    RispondiElimina
  9. Ciao, sono iscritta ma è la prima volta che scrivo. C'è la possibilità di fare un dolce alle fragole con queste meravigliose meringhe? Se per caso lo hai già detto, scusami per la ripetizione.Cordialmente Adele.59@live.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pubblicato giusto ieri un dolce con le fragole e le meringhe: http://bloggoloso.blogspot.it/2012/03/meringata-scomposta-alla-fragola.html

      Elimina
  10. Ti ringrazio dell'ottima spiegazione! Non le avevo mai fatte e mi incutevano un po' di timore! Ma sono riuscite piuttosto bene, anche se non perfette come le tue. Io però le ho fatte un po' più piccoline, riducendo un po' i tempi di cottura, e mi sono servite per decorare la torta di compleanno di mio marito http://creamamma.blogspot.it/2012/09/torta-di-compleanno-alla-vaniglia-e.html
    GRAZIE 1000 e complimenti!

    RispondiElimina
  11. bellissime e ricetta salvata :) Rosalba

    RispondiElimina
  12. Buonissime le meringhe,non avevo idea che cuocessero in così tanto tempo. Ora mi spiego perchè non mi sono mai venute bene!

    RispondiElimina
  13. ieri ho fatto le meringhe sono venute buonissime belle e croccanti , dopo circa un 'ora che ero fuori però mi sono accorta che erano diventate appiccicose e stamani toccandole sono mollicce mi sapete dire cosa è successo? cosa ho sbagliato?
    vi ringrazio a priori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto strano, diventano molli se risentono dell'umidità, a contatto per esempio con della crema. Non le hai messe in frigo, vero?

      Elimina