sabato 24 maggio 2014

Chocolate and hazelnut meringue cake di Martha Stewart

Quando ho letto la ricetta di questa torta sullo Starbooks ho pensato che avrei dovuto realizzarla al più presto, è stata la ricetta che più mi ha colpito tra quelle del libro Cakes di Martha Stewart esaminate dallo Starbooks e che mi ha convinta ad acquistare il libro. Un libro ricco, pieno di idee interessanti e di ricette da provare. Ho già sperimentato qualche ricetta in questi mesi, ma questa torta è un'esperienza unica, assolutamente da provare!


Ingredienti per una tortiera da 9 pollici (22,86 cm)
Burro morbido 150 g + quello per lo stampo
Farina (di riso) per lo stampo
Nocciole 100 g
Zucchero di canna chiaro 190 g
Uova grandi separate 6 + 4 albumi
Cioccolato fondente sciolto 340g
Cioccolato fondente tritato grossolanamente 110 g
Estratto di vaniglia 1 cucchiaio
Rum scuro (facoltativo) 1 cucchiaio
Sale un pizzico
Amido di mais 1 cucchiaio
Cremor tartaro¼ di cucchiaino
Zucchero (superfino) 190g

Preparazione
Preriscaldare il forno a 180°C. Imburrare e infarinare lo stampo eliminando gli eccessi di farina e metterlo da parte.
Stendere le nocciole su una teglia e tostare fino a che la pelle inizia a rompersi, 10 a 15 minuti in tutto (forno a 170 gradi). Togliere dal forno, strofinare energicamente con tovagliolo pulito per togliere le pelli. Lasciare raffreddare, tritare grossolanamente e mettere da parte. Mescolare il burro morbido e lo zucchero fino a formare una crema liscia e chiara. Aggiungere l’estratto di vaniglia, i tuorli, uno alla volta, mescolando bene fino a che il composto avrà una consistenza morbida. Aggiungere il cioccolato sciolto, al microonde o a bagnomaria, il rum e amalgamare bene.
Montare i 6 albumi a neve con un pizzico di sale per un paio di minuti fino ad avere una consistenza “morbida” Incorporare con un mestolo gli albumi al composto, mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto.
Versare il composto nello stampo e infornare per 25 minuti.
Nel frattempo unire in una ciotola le nocciole tritate grossolanamente, il cioccolato spezzettato e l'amido di mais e metterla da parte.
In una ciotola pulita montare a neve ferma i 4 albumi rimanenti con il cremor tartaro. Con il mixer in funzione, aggiungere lo zucchero superfino e continuare a sbattere per circa 8 minuti.
Unire il composto di nocciole e cioccolato con delicatezza.
Passati i 25 minuti, sfornare la torta e spalmare sopra, con una spatola, la meringa, operazione sempre da fare con calma, mettendo un po’ di impasto alla volta.
Rimettere la torta in forno per altri 25-30 minuti, finché la meringa non si è indurita esternamente e si è leggermente dorata.
Tirarla fuori dal forno a cottura ultimata e lasciarla raffreddare nello stampo per 10 minuti.
Passare il bordo con una lama affilata e rimuovere lo stampo. Farla raffreddare per altri 30 minuti.
Servitela tiepida o a temperatura ambiente.

Note personali
- Come Annarita sullo Starbooks ho avuto qualche difficoltà con lo stampo. Ho usato uno stampo a cerniera come indicato dalla Martha. Il mio stampo non è molto alto e quando ho versato l'impasto arrivava già quasi al bordo. Dopo 25 minuti l'impasto era cresciuto bello uniforme di un paio di centimetri, spuntando quindi oltre il bordo della tortiera. Ho messo il composto di meringa ben montata sopra e ho infornato. Però, considerando che la torta sottostante è a metà cottura e considerando che dentro alla meringa c'è il cioccolato che si scioglie col calore, il composto è tutt'altro che stabile e tende ad allargarsi... Dopo qualche minuto l'ho visto strabordare e perdere la bella forma che avevo dato, qualche goccia di composto è anche finita miseramente sul fondo del forno, per fortuna solo un pochino. Una volta sfornata, il composto di meringa copriva in parte il bordo della tortiera... l'ho lasciata raffreddare completamente e poi, con un po' di pazienza, sono riuscita a liberarla dallo stampo...
Quindi, il mio consiglio è non solo di usare uno stampo a cerniera, ma che abbia anche i bordi belli alti o, in alternativa, di mettere una striscia di carta forno in modo da fare una "prolunga" della tortiera, il composto di meringa è comunque abbastanza leggero, penso che la carta forno sia sufficiente per mantenerlo in forma.
- Anche a me si è un po' abbassata al centro, ma penso sia normale, considerando che comunque si mette un composto sopra ad una torta cotta a metà, e anche dalla foto sul libro si vede che al centro è un pochino più bassa.
- Su indicazione di Annarita, ho usato un po' meno zucchero, 170 g di semolato, e secondo me così la meringa è perfetta, non l'ho trovata troppo dolce.
- Secondo me vengono bene anche in forma di dolcetti mignon, magari in uno stampo di silicone, una volta freddi si dovrebbero togliere dallo stampo senza problemi, perché la base diventa bella compatta.

La torta è assolutamente fantastica, una vera goduria! E' finita in un battibaleno, veramente eccezionale! La base rimane morbidina e si scioglie in bocca, lo strato superiore a me ha ricordato tantissimo i brutti ma buoni (che d'altronde sono a base di meringa e nocciole tostate). La parte intermedia dove i due composti si fondono è indescrivibile!
Inoltre è una ricetta gluten-free (attenzione solo alla farina per lo stampo da sostituire con una farina senza glutine), perfetta se avete amici intolleranti al glutine, non è facile trovare una torta così buona senza glutine, vi assicuro che con questa ricetta li conquisterete!
In definitiva questa ricetta è assolutamente PROMOSSA! Viva la Martha!

E stavolta sono anche in tempo per partecipare allo Starbooks Redone di Maggio! :D


A presto! <3


14 commenti:

  1. Hai ragione, questa torta è un'esperienza che bisogna fare...e che io ho fatto, assolutamente irresistibile.
    Mille grazie per aver partecipato nuovamente :)

    RispondiElimina
  2. Uhmmm..che squisitezza!!
    Un mega saluto e buona domenica cara amica.
    Inco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Inco, grazie per essere passata!

      Elimina
  3. e noi celiaci apprezziamo molto le tue indicazioni.
    non l'ho ancora provata, ma era nella mia wish-list
    grazie per aver partecipato al redone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è sempre un piacere partecipare al redone!

      Elimina
  4. ti dirò... la parte superiore così "trasbordante" non mi dispiace affatto!!!!
    torta golosissima, grazie per avercela proposta!!

    RispondiElimina
  5. ti dirò... la parte superiore così "trasbordante" non mi dispiace affatto!!!!
    torta golosissima, grazie per avercela proposta!!

    RispondiElimina
  6. ti dirò... la parte superiore così "trasbordante" non mi dispiace affatto!!!!
    torta golosissima, grazie per avercela proposta!!

    RispondiElimina
  7. ti dirò... la parte superiore così "trasbordante" non mi dispiace affatto!!!!
    torta golosissima, grazie per avercela proposta!!

    RispondiElimina
  8. ti dirò... la parte superiore così "trasbordante" non mi dispiace affatto!!!!
    torta golosissima, grazie per avercela proposta!!

    RispondiElimina
  9. Non l'avevo mica vista....bene sono contenta che tu l'abbia provata e sul fatto che fosse sparita in un attimo non avevo dubbi...è una goduria unica. Hai descritto tutto molto bene e mi sono ritrovata nelle difficoltà dello stampo...pensa a farla uscire senza stampo a cerniera (pensavo di non farcela). Hai fatto bene a usare meno zucchero secondo me era anche troppo. Bravissima e complimenti per la vittoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annarita!!! Sono contenta di aver saputo di aver vinto proprio da te che hai provato la ricetta per prima! :D

      Elimina