martedì 28 settembre 2010

Tartufi al caramello e burro salato di Pierre Hermé

Carissime,
il mio caro maritino, alla veneranda età di 33 anni, si è beccato la varicella! :o Io per fortuna l'ho già fatta, ma dato che aveva un febbrone e gli ho dato tutte le coperte, io che sono una freddolosona mi sono subito raffreddata... e così sono malaticcia anch'io :( Ieri sono stata a casa, ma oggi sono già al lavoro, sperando che Stefano non stia troppo male...

Lo scorso weekend, dato che avevo un rimasuglio di panna in scadenza, ho provato questa ricettina molto gustosa per utilizzarla.


Ingredienti
cioccolato fondente al 70% 170g
cioccolato al latte 90g
zucchero 100g
burro salato 20g (o burro normale con un pizzico di sale)
panna da montare 130g
cacao in polvere q.b.
zucchero a velo q.b.

Fase 1
Far sciogliere lo zucchero in una casseruola dal fondo spesso a fuoco dolce fino a che il caramello non sarà troppo scuro. Aggiungere fuori dal fuoco il burro, facendolo scivolare sul bordo della pentola. Mescolare ed aggiungere la panna bollente. Mescolare nuovamente e lasciare riprendere il bollore in modo che tutto si sciolga ed amalgami bene.
Spezzettare i due tipi di cioccolato e versarci sopra il caramello con la panna, mescolando molto bene fino a che tutto il cioccolato sarà sciolto. Versare il composto su della carta forno posta su una teglia, stendendolo ad uno spessore di circa mezzo centimetro o poco più. Lasciare riposare almeno due ore in frigo.

Fase 2
Riprendere il composto, tagliarlo a quadrati di circa 3 cm di lato. Formare  nell’incavo della mano delle palline. Per evitare che il cioccolato fonda lavorandolo, cospargere le mani di zucchero a velo. Riporre le palline distanziate su una teglia e quindi di nuovo in frigo per una mezzoretta.

Fase 3
Riprendere le palline, rotolarle nel cacao, togliendo l'eccesso con l'aiuto di un colino. Rimetterli in frigorifero fino ad una mezzoretta prima di gustarli.
Con queste dosi ne sono venuti una cinquantina.


Davvero buonissimi!

Con questa ricetta partecipo alla raccolta Passione al cioccolato di Dolcementeneve!

lunedì 27 settembre 2010

Torta Musicalmente

Ecco qua la mega torta che ho fatto per l'inaugurazione della nuova sede di Musicalmente.


Ho preparato 3 dosi della mia torta allo yogurt (e ho ahimè avuto conferma che il mio forno nuovo non cuoce bene :'( e ora che faccio???) e le ho cotte in due stampi rettangolari. Poi ho posizionato le due torte vicine, in modo da farne una grande il doppio.
Ho bagnato con un semplicissimo sciroppo di zucchero e farcito con la crema bianca con nutella.

Per la decorazione, ho provato a preparare la ganache montata di Maurizio Santin, la ricetta l'ho presa da Pinella:

Ingredienti
230 gr. di panna
25 gr. di glucosio
25 gr. di zucchero invertito (il miele d'acacia va benissimo)
180 gr. di cioccolato al 70% (oppure 220 gr. di cioccolato al 60% , oppure 250 gr. di cioccolato al 55% , oppure 450 gr. di cioccolato al latte o gianduia)
450 gr. di panna

Far bollire delicatamente la panna con il glucosio e lo zucchero invertito, versare tutto sul cioccolato cercando di emulsionare bene la crema e, infine, incorporare la panna liquida fredda. Conservare in frigorifero per tutta la notte e al momento dell’utilizzo montare la ganache.

In realtà con questa ganache volevo fare una decorazione con tanti ciuffetti, l'ho montata bene con il Kitchen Aid e mi sembrava perfetta ma poi... mi si è smontata ed è tornata liquida... :( E così ho dovuto per forza modificare la decorazione, usando la ganache solo come copertura superiore e mettendo dei pavesini sul bordo. Infine ho appoggiato al centro la cialda in pasta di zucchero che ho postato ieri .


Beh, non è venuta proprio come l'avevo pensata, ma alla fine il risultato non mi dispiace e soprattutto sono rimasti tutti a bocca aperta :D e mi hanno anche fatto i complimenti dalla scena, facendomi arrossire non poco... :$


E poi... nonostante le disavventure col forno e con la ganache smontata... alla fine devo dire che era davvero buona! Ecco l'interno... inutile dire che è non ne è rimasta nemmeno una fetta... ;) 


Spero sia piaciuta anche a voi!
E se qualcuno ha qualche suggerimento sulla ganache... me lo dica subito ;) ! Forse l'ho montata troppo poco, ma avevo paura che impazzisse... Forse faceva troppo caldo (me neanche tanto...). Beh, io non lo so perchè è smontata... e voi? 


Con questo post partecipo al Give away di Blunotte, sono gli ultimissimi giorni, ma non potevo mancare ;)






domenica 26 settembre 2010

Cialda passo passo in MMF o pasta di zucchero

Carissime,
nei giorni scorsi ho preparato la torta per l'inaugurazione della nuova sede di una delle scuole dove mio marito insegna canto qui a Genova e quindi ho fatto una cialda con il logo della compagnia.
In generale non amo molto le cialde, ma quando si deve fare un disegno stilizzato e geometrico come un logo, sono davvero l'ideale.
Vi faccio vedere il passo passo di come l'ho fatta io, ma ci sono tanti metodi. Il procedimento è identico sia che usiate la pasta di zucchero sia che usiate il MMF. Stavolta ho preferito la pasta di zucchero perchè mi serviva una base bianca... E poi ho preferito continuare con il bianco e dipingere alla fine coi colori, perchè mi servivano il nero e l'arancione, due colori molto intensi per cui avrei dovuto riempire la pasta di colorante per ottenere i colori giusti. Dipingendola invece si usa meno colorante, anche se bisogna essere molto precisi e attenti... decidete voi come preferite ;)

Prima di tutto ho stampato su un foglio A4 il logo prescelto:


Quindi ho tagliato una base di pasta di zucchero più o meno della stessa dimensione.



Poi con l'aiuto del foglio stampato e di un taglierino ho inciso una ad una le principali linee di tutte le forme per poi ritagliarle bene cercando di essere più precisa possibile, soprattutto quando si fanno curve (la S è stata molto difficile) o quando ci sono forme che devono essere uguali (le due E non volevano proprio venire uguali...)



Infine si pongono sulla base tutti i pezzi e si fissano con un goccio d'acqua, per poi dipingerli stando molto attenti a non sporcare la base sottostante. Se si ha tempo (io non ce l'ho mai...) si possono dipingere i singoli pezzi prima di posizionarli sulla base per evitare di sbavare, ma in questo modo i pezzi devono asciugare bene prima di spostarli sulla base, altrimenti si sporca ancora di più. Comunque le inevitabili sbavature si possono raschiare via con un  taglierino con delicatezza, in particolare se prima di cominciare si dà una spennellata leggera d'acqua su tutta la superficie, si crea una specie di sottile patina morbida che si riesce a togliere bene in caso di sbavature di colore ;)




Dopo aver dipinto, lasciar asciugare almeno una notte prima di spostare la cialda sulla torta.


Spero vi possa essere utile, ci vediamo al prossimo post con la torta intera! :D

sabato 25 settembre 2010

Crema bianca con solo albumi (+ nutella)


Avendo tanti albumi in frigo (e dovendo stare attenta al mio colesterolo piuttosto alto :( ), ho trovato in rete questa cremina davvero utile, è fondamentalmente una crema pasticcera, ma con soli albumi:

Ingredienti
5 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina setacciata o di maizena
3 albumi (circa 100 grammi)
450ml di latte
aromi a piacere

Scaldare il latte, nel frattempo unire agli albumi la farina (con la maizena è più delicata e va bene anche per i celiaci) e lo zucchero, mischiando con una frusta a mano delicatamente per amalgamare tutto bene senza grumi. Quando il latte è caldo, aggiungerlo al composto pian pianino, quindi rimettere di nuovo sul fuoco continuando a girare. Quando raggiunge il bollore, lasciar bollire a seconda della consistenza desiderata. Lasciar raffreddare coperta da pellicola a contatto.
E' ottima sia come crema da sola, ma ancor di più unita a qualche cucchiaio di nutella (quando ancora è calda)! :D Dosate la nutella a piacere, a seconda del vostro gusto (giusto per bilanciare il poco colesterolo :p )!

Ho utilizzato questa crema alla nutella anche per farcire una mega torta che posterò presto! 
Una parte invece l'ho messa nei nostri nuovi bicchieri azzurri, per una coccola serale solo per noi due :)
Alla prossima!


mercoledì 22 settembre 2010

Charlotte all'albicocca per il nostro primo Anniversario di Matrimonio!

Carissime amiche,
qualche giorno fa mio marito ed io abbiamo festeggiato il nostro primo Anniversario di Matrimonio, ringrazio ancora tutte voi che vi siete ricordate di questa occasione! Quest'anno di matrimonio è letteralmente volato, impegnati come siamo stati nell'acquisto e ristrutturazione della casa in cui ci siamo trasferiti da poco :D. Colgo l'occasione per rcordarvi di partecipare alla mia raccolta per la preparazione del buffet di inaugurazione della nuova casa... ;)
Dopo questo bellissimo anno insieme, come potevo non preparare un dolcino per il mio adorato marito? Per l'occasione ho ripreso in mano una ricetta fatta qualche anno fa che ci era piaciuta tantissimo, anche per salutare l'estate, che purtroppo inizia già ad allontanarsi...
La ricetta che vi propongo è quella della Charlotte all'albicocca, ricetta del mio maestro di pasticceria Michel. Le dosi sono per una tortiera da 26 cm, io le ho dimezzate per usare una tortiera da 20 cm. La ricetta è un po' lunga, ma si può preparare qualcosa anche in anticipo.
Questa è la versione grande fatta due anni fa: 


Questa è la versione piccola di questi giorni:


Ingredienti per una tortiera da 26 cm

Biscuit à la cuillère
Tuorlo 140 gr (circa 7-8)
Zucchero 75 gr + 75 gr
Fecola 75 gr
Farina 75 gr
Albumi 180 gr
Zucchero a velo q.b.



Mousse Abricot
Latte 250 gr
Tuorlo 50 gr (circa 3)
Zucchero 70 gr
Farina 25 gr
Burro 40 gr
Polpa Abricot 300 gr (+ 30gr zucchero)
Panna montata 300 gr
Colla di pesce 8 gr

Gelée di Fragola
Polpa di fragola 300 gr
Zucchero 80 gr
Colla di pesce 7 gr
Compoté Abricot per décor
Albicocca 3-4
Zucchero 60 gr
Stecca vaniglia un quarto

Cominciamo facendo la Gelée di Fragola perché deve stare in freezer.
 Lo scopo e' creare un disco di gelatina poco più piccolo della tortiera usata per la charlotte, circa 2 cm più piccolo. Frullare le fragole con lo zucchero, quindi aggiungere la colla di pesce sciolta delicatamente nel microonde. Versare il composto in un disco fino a 1,5-2 cm di spessore e metterlo in freezer. Tempo fa avevo usato un disco di acetato, stavolta ho usato un piatto di plastica, lo trovo molto più pratico.


Il Biscuit à la cuillère è la parte più complessa della ricetta. Cosa importantissima è montare gli albumi a neve fermissima, cosa che adesso che ho il Kitchen Aid è risultata semplicissima, mentre in passato il composto veniva sempre un po’ troppo liquido e sembrava sempre poco.


Accendere il forno ventilato a 190-200°. Montare i tuorli con lo zucchero (75 gr) fino ad ottenere un composto spumoso (usare un contenitore molto grande). Montare gli albumi con lo zucchero (gli altri 75 gr). Lo zucchero si può aggiungere agli albumi prima di montarli, oppure mentre si montano, stavolta ho preferito mettere subito lo zucchero per fare prima e ho usato lo zucchero a velo che si incorpora più facilmente.
Mettere 2-3 cucchiai di albume montato nei tuorli montati per alleggerire il composto, quindi aggiungere il resto dei bianchi in 2-3 volte ed amalgamare con una spatola (o ancora meglio con la mano). Quindi aggiungere la farina e la fecola setacciate insieme con molta delicatezza.

Preparare della carta forno con disegnate delle strisce alte quanto il bordo della tortiera e due dischi grandi quanto la base della tortiera. Sulla parte opposta a quella con i segni a matita metteremo il composto con la sac à poche con una bocchetta tonda abbastanza larga.
Riempire le strisce con del composto messo diagonalmente. I dischi si possono riempire a spirale (per la base) o a forma di fiore (per la parte superiore). Ricoprire il composto con dello zucchero a velo, aspettare qualche minuto e ricoprire nuovamente con dello zucchero a velo (abbastanza abbondante). Questo permetterà di avere un bell’effetto sulla superficie del biscuit, simile alla parte superiore dei savoiardi (il disco che va alla base del dolce ovviamente non necessita di questa ulteriore decorazione).
Mettere in forno per 10-12 minuti, controllando bene la cottura. Una volta sfornato, togliere subito il biscuit dalla lama per fermarne la cottura.

Per la Compoté Abricot tagliare le albicocche a cubetti, aggiungere lo zucchero, incidere la parte di stecca di vaniglia e metterne i semini nel composto. Mettere anche la stecca svuotata per dare gusto, ma alla fine toglierla. Cuocere in padella per 10 minuti e lasciar raffreddare. I semini della vaniglia faranno un effetto bellissimo. Questa compotè è assolutamente fantastica, è molto buona anche da sola, magari per accompagnare un semplice gelato alla vaniglia…


Infine prepariamo la Mousse Abricot che è una crema pasticcera a cui si aggiunge il burro e la colla di pesce e poi, una volta raffreddata, si aggiunge la polpa di albicocca e la panna montata. Possiamo usare della polpa di albicocche già pronta, oppure frullare le albicocche, con la loro buccia, e l’aggiunta di 30 grammi di zucchero.
Preparare la crema pasticcera: mettere il latte sul fuoco con metà dello zucchero. Intanto mescolare i tuorli con la restante parte di zucchero. Quindi aggiungere la farina setacciata facendo bene attenzione che non si creino grumi. Quando il latte bolle, metterne un po’ nel composto di tuorli+zucchero+farina, quindi rimettere tutto nella pentola col latte e portare nuovamente ad ebollizione girando. Quando bolle, continuare a girare per 20 secondi, quindi togliere dal fuoco. A questo punto aggiungere il burro e la colla di pesce (precedentemente ammorbidita in acqua fredda e strizzata) e girare bene per far sciogliere il tutto. Coprire il contenitore con della pellicola che vada a toccare la superficie della crema e lasciare riposare fino a raffreddamento a 25°. Se si ha tempo si può lasciare a temperatura ambiente, altrimenti la mettiamo in frigo.
Nel frattempo ci si può dedicare alla preparazione degli altri elementi. Quando saranno tutti pronti, riprendere la crema pasticcera e, se è stata in frigo, riscaldarla leggermente col microonde per riportarla a 25°. Aggiungere quindi la polpa di albicocca un poco per volta. Quindi montare la panna (non troppo, deve essere quasi liquida) e aggiungerla alla crema in più volte.


Composizione del dolce
Prendere le strisce di biscuit, tagliare i bordi laterali per rifinirle e tagliarle in modo da farle combaciare una volta posizionate lungo il bordo del disco (se preparate il biscuit il giorno prima, metterlo subito nella tortiera o nell'anello, perchè appena sfornato è bello morbido, mentre il giorno dopo è un po' più secco e tende a sgretolarsi...) . Mettere la base tonda di biscuit non decorato all’interno del disco. Quindi versare la mousse di albicocche per un quarto dell’altezza del dolce, inserire il disco di gelée di fragole congelato e ricoprire con la rimanente mousse. Se necessario tagliare il bordo del biscuit a filo della mousse. Coprire infine con il disco di biscuit decorato e sopra posizionare la compoté di albicocche e volendo anche albicocche e fragole per decorare. Lasciare in frigo per almeno un’ora prima di servire.

Si può anche non mettere il disco di biscuit superiore e decorare con della frutta o con la compoté di albicocche direttamente sulla mousse ma solo dopo aver permesso alla mousse di solidificarsi. Volendo si può anche congelare il dolce finito, ma bisogna metterlo a scongelare in frigo almeno 5-6 ore prima di servirlo.
Ecco le foto del dolce finito, ho aggiunto qualche decorazione in caramello infilata nella compotè.



Ecco anche l’interno, vi assicuro che è un dolce davvero squisito!!!


E infine una nostra foto, sempre più felici dopo un anno di matrimonio!



La spiegazione è stata molto lunga, ma posso assicurarvi che non è complicato fare questo dolce. E comunque ne vale assolutamente la pena, perché è veramente fantastico!
A presto!



domenica 19 settembre 2010

Buffet... senza tempo! La prima raccolta del Bloggoloso!

Carissime amiche,
è con molta emozione che oggi parte la prima raccolta del Bloggoloso! :D
Ho pensato di creare una raccolta perchè in realtà ho un grande bisogno di tutte voi: a breve faremo una mega inaugurazione della nostra nuova casa, e come ben sapete io amo preparare tutto con le mie manine... Ma... se coi dolci me la cavo... per un buffet completo non so da dove partire... e poi, il grosso impedimento è che sono una "donna in carriera" senza un attimo di tempo!




Ecco perchè il titolo della raccolta è Buffet... senza tempo!, proprio per sottolineare che ho bisogno di ricette che si possano realizzare IN ANTICIPO, o che si possano congelare una settimana prima, perchè la mia idea è quella di preparare il grosso del buffet il week-end precedente...
Ecco quindi un paio di regolette per partecipare alla raccolta:

1. La raccolta ha inizio il 19 settembre e terminerà il 31 ottobre... anzi il 14 novembre...
2. Postate la vostra ricetta con foto nel vostro blog, la ricetta deve potersi preparare almeno qualche giorno prima (vanno bene ricette sia salate che dolci).
3. Sono valide anche ricette già pubblicate.
4. Si può partecipare con più ricette.
5. I partecipanti dovranno esporre il banner dell’iniziativa sul loro blog, il codice da utilizzare è questo:

  • versione grande:
    <a href="http://bloggoloso.blogspot.com/2010/09/buffet-senza-tempo.html"><img src="http://www.sarachan.it/blog/BuffetBloggoloso.gif" /></a>

  • versione piccola:
    <a href="http://bloggoloso.blogspot.com/2010/09/buffet-senza-tempo.html"><img src="http://www.sarachan.it/blog/BuffetBloggolosoSmall.gif" /></a>

  • 6. Lasciate il link della vostra ricetta come commento a questo post.
    7. Possono partecipare anche coloro che non hanno un blog, inviando ricette via mail a
    8. L'iscrizione alla lista dei miei sostenitori e l'aggiunta del Bloggoloso nel vostro blogroll è cosa ben gradita :)


    Alla fine della raccolta... preparerò il buffet!!! :D E dopo creerò un pdf con tutte le ricette ed il link disponibile qui sul Bloggoloso e scaricabile gratuitamente da tutti! Spero che possa essere utile in futuro a chi si troverà in una situazione simile!

    Sono ben accetti anche suggerimenti su come organizzarsi, quante cose preparare e come distribuirle... e su come fare in modo che i nostri amici non ci sporchino il divano nuovo...  ;-)

    Mi raccomando: partecipate in tanti e passate parola! Ho davvero bisogno di tutti i vostri consigli migliori per una buona riuscita dell'inaugurazione! E così mi sembrerà anche di invitare tutte voi a visitare la mia nuova casetta! :D

    Ecco qui il PDF della raccolta!



    domenica 12 settembre 2010

    Il Bloggoloso cambia look!

    Dopo due anni di attività, è giunto il momento di rifarsi un po' il look!


    Spero che questo nuovo stile vi piaccia, ho alleggerito un po' le pagine, dovrebbe caricarsi un po' più in fretta... o almeno lo spero! ;)
    Attendo i vostri preziosi suggerimenti e consigli per migliorarlo e renderlo sempre più bello!

    sabato 11 settembre 2010

    Crostata al frangipane con frutta

    Ciao a tutte,
    l'altro giorno mi è tornata in mente una base per una crostata che mi era piaciuta moltissimo, così ho pensato di rifarla ma di ricoprirla con della frutta, per dare un po' di vivacità al frangipane ed un po' di originalità alla classica crostata di frutta.


    La ricetta completa della crostata al frangipane l'ho già postata nella ricetta della Crostata al frangipane con mousse di marroni, ve la riporto qui per comodità.

    Ingredienti (per una tortiera da 24-26cm)

    Pasta frolla
    150gr burro morbido
    100gr zucchero
    1 uovo
    250gr farina

    Crema Pasticcera
    250gr latte
    2 tuorli
    80gr zucchero
    25gr farina

    Crema Frangipane
    100gr burro morbido
    100gr zucchero
    100gr mandorle in polvere
    2 uova
    200gr crema pasticcera fredda


    Il procedimento per la pasta frolla e la crema pasticcera ormai lo conosciamo ;)
    Preparare la pasta frolla preferibilmente il giorno prima. Stendere la pasta frolla sottile col mattarello, foderare uno stampo di 24-26 cm e bucherellare la pasta frolla. Lasciare riposare così per almeno 1 ora al fresco.
    Intanto preparare la crema pasticcera e farla raffreddare bene (coprendola con della pellicola in modo che non indurisca in superficie), da questa prelevarne 200gr che serviranno per preparare la crema frangipane.

    Per la crema frangipane, montare con la frusta il burro a temperatura ambiente con lo zucchero. Aggiungere le mandorle in polvere e quindi le uova una per volta (prima di aggiungere il secondo uovo lasciar amalgamare bene il primo per qualche minuto). Unire quindi i 200gr della crema pasticcera fredda.
    La crema frangipane deve essere cotta, quindi va messa nello stampo foderato dalla pasta frolla cruda fino più o meno a metà dei bordi (in cottura la crema cresce un bel po'), quindi si cuoce tutto insieme in forno ventilato preriscaldato a 160° per circa 25-30 minuti.
    Lasciare raffreddare, quindi coprire con un velo di crema pasticcera e disporre la frutta a raggiera. Per lucidare la frutta, basta scaldare un po' di marmellata di albicocche con un po' d'acqua e quindi spennellare la frutta.

    Spero vi sia piaciuta! A noi tanto! ;)

    lunedì 6 settembre 2010

    2 anni di Bloggoloso!

    Che bello, oggi festeggio 2 anni di blog! Il tempo è volato e questo 6 settembre è arrivato come niente, tra mille impegni e pranzi con parenti non ho potuto nemmeno fare un dolcino dedicato solo al mio blogghettino che cresce sempre più... ma grandi progetti sono all'orizzonte... ;)
    E chi l'avrebbe mai detto, in questi due anni sono successe davvero tantissime cose, ho vissuto con voi momenti importantissimi, trovando in questo luogo virtuale un nido sicuro e sempre persone disposte a sostenermi e a consolarmi nei periodi più brutti, come a gioire e condividere con me quelli più felici. Un mondo virtuale che mi ha dato tante emozioni, e che so continuerà a crescere con me nei prossimi anni...



    In questi anni ho conosciuto tante persone, alcune le ho anche incontrate personalmente, alcune sono diventate mie amiche nella vita reale, alcune le sento vicine a me anche se non ci siamo mai incontrate. Tra queste persone c'è anche Imma di Dolci a gogo. Il suo blog è coetaneo del mio e quindi colgo l'occasione per farle gli auguri e per unirmi con molto piacere al suo BLOG CANDY, mi raccomando partecipate numerosi!

    sabato 4 settembre 2010

    Crostorta alla pesca e fior d'arancio

    Carissime amiche,
    come primo esperimento dolciario nella mia nuova cucina, ho preparato questa "crostorta" che da tempo mi stava aspettando, imparata ai corsi di pasticceria del mio maestro Michel.



    Ingredienti per uno stampo da 26 cm

    Flan ai fiori d'arancio
    Panna 250gr
    Uova 100 gr (circa 2 piccole)
    Acqua ai fiori d'arancio 12-15 gr
    Zucchero 60 gr

    Crema diplomatica circa 500 gr
    Pesche (fresche o sciroppate) 2-3


    Preparazione
    Preparate la pasta frolla come di consueto, in genere è meglio prepararla il giorno prima e lasciarla in frigo. Stendere la pasta frolla in uno stampo e fare i bordi abbastanza alti, quindi lasciare lo stampo un'oretta in frigo. 
    Preriscaldare il forno a 160° e cuocere la frolla non completamente, per circa 15 minuti.
    Intanto preparare il flan, semplicemente mescolando tutti gli ingredienti insieme. Bisogna stare attenti a non esagerare con l'acqua ai fior d'arancio, aggiungetela gradualmente fino a quando assaggiandola non trovate il giusto equilibrio. In cottura il gusto viene leggermente esaltato, quindi è meglio non esagerare...
    Sbucciare le pesche e disporre le fettine sul fondo di frolla e ricoprire pian piano con il flan. Fate molta attenzione che il flan è molto liquido e spostando la torta per rimetterla in forno potrebbe fuoriuscire.


    Rimettere la torta in forno caldo sempre a 160° e lasciare cuocere fino a che sbattendo delicatamente la teglia, il flan non si muove più, o al massimo si muove leggermente solo al centro. Per i tempi di cottura, dipende un po' dall'altezza del vostro flan, in teoria mi ero appuntata circa 15 minuti, in realtà io l'ho lasciata molto di più, ma potrebbe dipendere anche dal mio nuovo forno che ancora non conosco... Comunque basta controllare la consistenza per capire quando è pronto. La cosa importantissima è che il flan non inizi a bollire, altrimenti è necessario abbassare un po' la temperatura del forno.


    Una volta sfornata la torta e lasciata raffreddare, si può decorare con ciuffi di crema diplomatica e qualche fettina di pesca. Se avete il cannello caramellizzatore (quello per la creme brulè), potete dare una spolverata di zucchero a velo sopra alla crema e quindi passare il cannello per fare una decorazione più d'effetto.


    L'abbiamo mangiata insieme a dei nostri amici che ci hanno fatto da cavie... ci hanno dato tutta la loro disponibilità a continuare a fare da cavie anche per i prossimi esperimenti ;)


    Questa è stata la prima volta che ho usato il nuovo forno, per ora mi sembra che cuocia un po' poco, ma devo ancora fare degli esperimenti con ricette super collaudate. Comunque la torta ci è piaciuta tantissimo, spero tanto che piaccia anche a voi!







    venerdì 3 settembre 2010

    Crema Diplomatica

    Per la preparazione della prima torta decorata nella nuova casa, ho preparato la crema diplomatica. Questa crema è molto semplice, è composta da crema pasticcera alla vaniglia e crema chantilly, che non è altro che panna montata, con l'aggiunta di zucchero a velo (5 parti di panna ed 1 di zucchero a velo).


    La quantità di crema pasticcera deve essere il doppio della quantità di panna montata. La crema pasticcera deve essere fredda e poi bisogna incorporare la panna montata un poco alla volta, aggiungendo la panna alla crema in più riprese, con movimenti dal basso verso l'alto.


    La consistenza mi piace molto, perchè risulta compatta a sufficienza per essere usata con il sac a poche ma molto morbida e soffice. E poi è veloce e semplice da fare. Oltre che talmente buona che per poco mio marito non la finiva e non me ne rimaneva più per decorare la mia torta ;)
    A presto con la ricetta della torta! :D

    mercoledì 1 settembre 2010

    La nuova cucina ed il primo dolce!

    Il primo dolce nella mia nuova cucina è stato un classico, il Tiramisù (la ricetta la trovate già postata qui)!

    Ma con questo colgo l'occasione per ringraziarvi per l'aiuto che mi avete dato a prendere decisioni importanti sulla disposizione e sui colori della mia nuova cucina. Ed eccola qui, in tutto il suo splendore!





    In realtà... non è proprio finita... purtroppo ci hanno sbagliato l'alzatina da mettere attaccata alla parete in fondo al piano di lavoro, ed ora siamo senza. Infatti dalle foto potete vedere che abbiamo messo dei fogli di polistirolo per proteggere il muro. Quando finalmente ci porteranno l'alzatina definitiva, potremo far fare il vetro da mettere sulla parete al posto del polistirolo e per tutta la lunghezza della cucina. Dobbiamo ancora deciderne il colore, ma dobbiamo proprio mettere qualcosa per staccare un po' il bianco del mobile dal bianco dei muri... rosa o grigio, dobbiamo ancora decidere (ovviamente ogni consiglio è ben accetto). Comunque, anche se è incompleta ci tenevo a mostrarvi il mio regno! E devo dirvi che preparare dolci in una cucina così grande è uno spettacolo, ci si può sbizzarrire e usare tutto quel che si vuole, tanto un piano dove appoggiarsi si trova sempre! ;)
    Spero al più presto di potervi mostrare le foto della cucina definitiva!